Codice Etico U.I.L.T.

CODICE ETICO della U.I.L.T. A.P.S. 

UNIONE ITALIANA LIBERO TEATRO –  ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE 

 

Articolo 1 PREMESSA 

L’importanza di orientare gli organi statutari, collegiali, nonché le associazioni aderenti alla Uilt ed i loro iscritti verso la costante osservanza di un comportamento etico, che garantisca la trasparenza e l’eticità delle comunicazioni, dei processi decisionali e delle condotte individuali suggerisce l’istituzione di un Codice Etico che esprima i valori guida dell’Unione Italiana Libero Teatro (di seguito UILT), così contribuendo a rafforzarne l’immagine esterna come specifico strumento di impegno ed azione civile e culturale, nel perseguimento della sua specifica missione. 

La formulazione di un Codice Etico da parte della UILT, oltre che nella finalità di normare dei principi di condotta etica tra i soci, è infatti anche quello di far conoscere – al suo esterno, soprattutto nei confronti delle Istituzioni o degli Enti con cui entra in contatto – che la UILT possiede e mette in pratica principi etici e norme di comportamento che consentono all’Associazione di operare, nello svolgimento di tutte le numerose attività relative alla vita associativa, su alti livelli di integrità morale, di mantenere il suo buon nome e di conseguenza la serietà e la validità di tutte le sue molteplici iniziative. 

Il Codice Etico costituisce quindi un impegno volontario, che ha la finalità di ispirare le condotte di tutti gli organismi della UILT ed i suoi dirigenti, nonché le singole associazioni aderenti e tutti i soci ed iscritti di queste facenti parte, sia su base volontaristica che professionistica, e di regolamentare eticamente i rapporti tra di essi e con i propri interlocutori, all’interno e all’esterno dell’organizzazione. 

L’appartenenza alla UILT impegna tutti i soggetti succitati all’osservanza delle norme giuridiche generali vigenti nello Stato, dello Statuto e dei regolamenti normativi della UILT e del presente Codice Etico. 

 

Articolo 2 PRINCIPI ISPIRATORI 

La UILT è una organizzazione indipendente da qualsiasi influenza politica e/o di confessione religiosa. Alla UILT sono invitati a partecipare tutti coloro che aderiscono ad Associazioni Culturali e/o Compagnie costituite come Filodrammatiche, per la promozione dell’attività teatrale realizzata senza scopo di lucro; che si riconoscono nei principi di democrazia, libertà e rispetto dei diritti umani, civili e sociali; che ne condividono gli scopi associativi. 

La UILT, in tal senso, nel perseguimento della propria missione nel campo delle attività di studio, ricerca, pratica e diffusione del Teatro (art. 3 dello Statuto), si impegna ad eliminare ogni causa di separazione tra il mondo della cultura e la società, promuovendo in ogni sede e ad ogni livello il confronto delle idee e delle conoscenze sulle tematiche oggetto d’interesse. 

La UILT intende valorizzare l’autonomia della cultura degli artisti impegnati nel campo del Teatro, perché sia loro garantita la più ampia libertà di pensiero e di espressione artistica; si adopera perché essi siano portatori di una forte idealità nel segno della cultura e dell’arte, a servizio della elevazione morale e culturale dei cittadini, contro ogni forma di discriminazione, di razzismo e di violenza.

 

Articolo 3 I DESTINATARI 

Il Codice Etico è un insieme di linee guida ispiratrici dei comportamenti di tutti i soggetti che a vario titolo contribuiscono alla missione della UILT, ivi compresi gli indirizzi a cui attenersi per quanto attiene le modalità di relazione all’interno e all’esterno dell’Associazione. Nello specifico, quindi, il presente Codice si rivolge anche ai rapporti intercorrenti tra la UILT e i soggetti che forniscono gli strumenti necessari al raggiungimento delle finalità associative. Pertanto l’osservanza del Codice è dovuta, nelle forme e nei modi più idonei, anche rispetto a quanti operino a vario titolo nell’ambito dello specifico settore ed entrino in contatto con l’Associazione. 

Il presente Codice si applica dunque ai seguenti soggetti: 

  • Il Presidente 
  • I componenti del Comitato Esecutivo 
  • I componenti del Consiglio Direttivo 
  • I componenti del Centro Studi 
  • I componenti di tutti gli altri organismi direttivi della UILT, ad ogni livello nazionale e territoriale 
  • I dirigenti e gli iscritti delle singole associazioni e compagnie Filodrammatiche associate alla UILT 
  • Ai collaboratori, ai consulenti esterni e ad ogni altro soggetto che agisca nell’interesse dell’Associazione 

fermo restando che il Codice Etico si applica comunque a tutti i tesserati e a tutti coloro che lo sottoscrivono volontariamente. 

 

Articolo 4 SOTTOSCRIZIONE 

L’iscrizione alla UILT da parte delle associazioni e compagnie filodrammatiche comporta l’accettazione incondizionata del presente Codice, ed esse si impegnano pertanto a far sottoscrivere il Codice Etico a tutti i loro associati ed iscritti, previa consegna di una copia che li impegna a conoscerne il contenuto e a osservarne tutte le disposizioni. Di conseguenza, le singole compagnie iscritte alla UILT si assumono le responsabilità connesse alla mancata divulgazione del Codice Etico fra i loro iscritti e la mancata sottoscrizione: violazioni che costituiscono grave inadempienza, meritevoli delle sanzioni disciplinari all’uopo previste dalla UILT e qui regolamentate (art.8). 

L’ignoranza del Codice Etico non può essere pertanto invocata a nessun effetto. 

Il Codice Etico esplica i propri effetti dal momento della sottoscrizione da parte dell’associato/iscritto. 

 

Articolo 5 GARANTI DEL CODICE ETICO 

“Tutta la UILT si fa garante del rispetto scrupoloso del Codice Etico, ma sarà cura, in particolare, della Presidenza, del Comitato Esecutivo e del Consiglio Direttivo nazionale vigilare sulla sua corretta applicazione, rapportandosi, quando necessario ed in caso di comprovate violazioni, con il Collegio dei Provibiri”. 

 

Articolo 6 PRINCIPI SPECIFICI 

AUTONOMIA – La UILT ribadisce la propria autonomia rispetto a qualsiasi condizionamento politico, confessionale, economico, sociale e di altro genere che possa in qualunque modo pregiudicare la sua indipendenza, relazionandosi con i rappresentanti delle Istituzioni qualunque sia la loro appartenenza politica. 

IMPARZIALITA’ ED INTEGRAZIONE – La UILT non ammette nessuna discriminazione di sesso, etnia, professione religiosa e condizione economica; considera la diversità un punto di forza e di ricchezza e favorisce l’integrazione tra gli associati. 

RISPETTO – La UILT, consapevole del proprio ruolo di promotrice di cultura attraverso il Teatro ed i messaggi che esso è capace di veicolare, informa la propria attività al rispetto reciproco delle persone, delle loro idee e delle loro espressioni artistiche; sottolinea il valore fondamentale del principio di solidarietà; raccomanda l’uso di un linguaggio, tra i suoi associati e nell’espressioni artistiche in tutte le sue forme, che sia decoroso e rispettoso della dignità della persona, della sua identità di genere, delle sue competenze e del giusto operato di ogni suo associato, sino a prova contraria; è tesa a promuovere ogni iniziativa associativa in un clima di reciproco rispetto, con particolare riguardo alla sensibilità altrui, oltre che delle risorse e dei beni comuni dell’Associazione. 

LEGALITA’ – Ciascun associato della UILT, nell’ambito delle proprie attività e competenze, s’impegna a conoscere e osservare le discipline codificate (leggi, normative e regolamenti) emanate dallo Stato e quelle relative allo Statuto ed i regolamenti della UILT, con particolare attenzione a quelle che disciplinano le specifiche forme associative, le attività teatrali, la pratica teatrale e le norme di sicurezza, la scrittura, il diritto di autore, la pubblicità e le regole contabili e di bilancio. 

ONESTA’ ed EQUITA’ – La UILT impegna i suoi associati a una condotta ispirata ai principi di onestà e giustizia; inoltre si fa garante della scelta di indirizzi e prassi ispirate ai valori di uguaglianza, diligenza, equità e non discriminazione. Qualsiasi decisione attinente alle politiche dell’Associazione (proposte e delibere su scelte d’indirizzo di campi d’interesse, giurie di valutazione in concorsi e festival, contratti di fornitura, partnership, selezione del personale, eccetera) deve basarsi su comprovate valutazioni – condivise dagli organismi direttivi, a seconda dei casi, per quanto di loro competenza – secondo i principi di democrazia e nel rispetto dei regolamenti e dello statuto; inoltre non deve essere mai dettata dal perseguimento di interessi o benefici personali sia diretti che indiretti (assenza di conflitto d’interesse), secondo la normativa specifica che regolamenta le Associazioni di Promozione Sociale e non prevede alcun profitto ed utile per gli associati. 

TRASPARENZA – Le risorse finanziare necessarie al funzionamento della UILT devono essere reperite in maniera trasparente, secondo l’interesse esclusivo dell’Associazione e mai a vantaggio personale o di terzi. Tutte le risorse devono essere utilizzate secondo il criterio della buona gestione, per fini conformi a quelli indicati nello Statuto e propri della missione dell’Associazione e delle disposizioni indicate dal Comitato Esecutivo e dal Consiglio Direttivo. 

TUTELA DELLE INFORMAZIONI E RISERVATEZZA – Tutti i componenti della UILT (filodrammatiche, associati, volontari e collaboratori) sono tenuti a garantire la corretta utilizzazione delle informazioni personali ed associative a cui hanno accesso, nell’ambito del proprio ruolo e carica sociale, nel rispetto delle leggi vigenti sulla privacy e della dignità della persona; devono astenersi dalla divulgazione di qualunque dato dell’Associazione (sia esso di carattere tecnico, logistico, economico), senza previa autorizzazione degli organi competenti; infine, essi si fanno garanti del corretto e sicuro utilizzo dei mezzi tecnologici 4 

finalizzati a gestire le informazioni, impegnandosi a comunicare l’eventuale uso improprio o accidentale di dati sensibili. Il medesimo comportamento deve essere assunto nei rapporti con gli organi di stampa e di divulgazione in genere (ad esempio i socialmedia), attraverso i quali ogni comunicazione deve essere veritiera, non violenta, rispettosa dei diritti e della dignità delle persone e delle istituzioni. 

TUTELA DEL NOME – Nello svolgimento delle proprie attività, tutti gli associati devono avere cura di tutelare i valori e l’immagine della UILT, rifuggendo da qualsiasi azione che possa comprometterne il buon nome ed il suo profilo valoriale. 

RESPONSABILITA’ VERSO LA COLLETTIVITA’ E LE ISTITUZIONI – La UILT, consapevole del proprio ruolo sociale sul territorio, si impegna ad operare nel rispetto delle comunità locali e dei loro valori, anche attraverso iniziative che sappiano armonizzare l’interesse delle singole realtà sociali e culturali e quello dell’Associazione. La UILT s’impegna a garantire il rispetto di tutte le istituzioni pubbliche e private e a curare la corretta comunicazione, in termini di contenuti e di forma, con gli enti con i quali entra in contatto per la convergenza di un reciproco interesse e vantaggio nel perseguimento dei propri scopi statutari. La UILT e i suoi associati si impegnano quanto più possibile a tenere comportamenti eco-compatibili in tutte le attività proposte, nel rispetto diretto dell’ambiente ma anche indirettamente, selezionando acquisti e forniture e favorendo il riutilizzo di materiali e attrezzature. 

RAPPORTI CON I DONATORI – La UILT garantisce l’attenta analisi e valutazione di eventuali donazioni e lasciti provenienti da terzi, assicurando che abbiano l’esclusivo scopo di sostegno e sviluppo delle proprie iniziative, in esclusivo accordo ai principi ispiratori della missione associativa.

 

Articolo 7 ORGANI DI CONTROLLO 

La Presidenza, il Comitato Esecutivo ed il Consiglio Direttivo, in qualità di garanti del Codice Etico, hanno il compito di: 

  • divulgare il presente Codice e vigilare sul rispetto delle norme da esso previste; 
  • pronunciarsi sulle violazioni ed adottare eventuali azioni disciplinari, secondo le procedure previste dallo Statuto; 
  • esprimere pareri in merito a scelte di politica societaria al fine di garantirne la coerenza con le disposizioni del Codice Etico; 
  • procedere alla periodica revisione del Codice, secondo una frequenza che dovrà essere stabilita in itinere. 

 

Articolo 8 AZIONI DISCIPLINARI 

Eventuali violazioni del presente Codice Etico da parte di qualunque associato, in prima istanza potranno e dovranno essere portate a conoscenza del Direttivo Regionale, che avrà cura di informarne in proposito la Presidenza e il Comitato Esecutivo. 

Per violazioni di minore entità, sarà demandato al Direttivo Regionale il compito di arbitrare la questione, sempre informando la Presidenza ed il Comitato Esecutivo dell’evoluzione di ogni evento, e in ogni caso lasciando a quest’ultimo l’iniziativa di un richiamo scritto, ove la situazione non sia risolta. 5 

Per le violazioni di maggiore entità, i competenti organi nazionali, previa verifica dei fatti e ascolto delle testimonianze di tutte le parti in causa, valutato il fatto in esame, avranno completa autonomia rispetto all’azione disciplinare da intraprendere o meno, secondo quanto disposto dalle norme statutarie e regolamentari. 

Le azioni disciplinari possibili sono le seguenti: 

  • richiamo verbale scritto, nei casi di mancanze di minore entità; 
  • sospensione dall’attività per un determinato periodo di tempo, nei casi di gravi violazioni delle norme e/o reiterati richiami; 
  • espulsione dalla UILT Nazionale, nei casi di gravi violazioni delle norme e/o comportamenti incompatibili con i valori e i principi del presente Codice etico. 

Ogni tipo di decisione adottata deve essere comunicata congiuntamente al diretto interessato ed alla associazione o compagnia a cui egli è iscritto, nel rispetto delle norme della privacy. L’eventuale ricorso potrà essere presentato nei termini previsti dallo Statuto.

 

Cerese di Virgilio (Mantova)  – 15-16 febbraio 2020