Assemblea Elettiva 2019, Cattolica (RN) – Paolo Ascagni nuovo Presidente Nazionale UILT

ELEZIONI PER IL RINNOVO DELLE CARICHE ISTITUZIONALI DELLA UILT

Paolo Ascagni è il nuovo presidente nazionale

Si sono tenute in Emilia Romagna a Cattolica nel weekend tra il 21 e il 22 settembre 2019 le elezioni per il rinnovo delle cariche istituzionali della UILT – Unione Italiana Libero Teatro, associazione nazionale di teatro non professionistico, svoltesi a causa della recente scomparsa del presidente in carica, prof. Antonio Perelli. 

L’assemblea ha eletto come nuovo presidente nazionale Paolo Ascagni, della regione Lombardia, precedentemente in carica come vice-presidente dal 2014.

La UILT raggruppa circa 900 compagnie teatrali ed oltre 15mila soci in 19 regioni italiane, proponendo la finalità del “fare teatro” non professionistico come valore culturale ed artistico, come attività di creatività e di sperimentazione, con il Centro Studi Nazionale UILT a rappresentare il suo “fiore all’occhiello” in quanto a valorizzazione dell’Unione attraverso la promozione di iniziative di formazione, di eventi di studio, approfondimento e crescita dei propri associati su tutto il territorio nazionale, potendo contare su stretti rapporti di collaborazione con personalità di alto profilo del teatro e del mondo accademico.

Le operazioni di voto, svoltesi nel pomeriggio di sabato 21 settembre nella Sala Conferenze del Waldorf Palace Hotel e aperte da un momento di ricordo in memoria di Antonio Perelli, insieme al nuovo presidente nazionale Paolo Ascagni – dell’associazione QU.EM. quintelemento di Cremona – hanno eletto in qualità di nuovo vice-presidente Ermanno Gioacchini di Roma, mentre Domenico Santini di Perugia è stato confermato come segretario nazionale, incarico da lui già ricoperto da vari anni.

All’interno del nuovo Comitato Esecutivo in qualità di consiglieri nazionali, sono risultati eletti Gianluca Vitale (Piemonte), Stella Paci (Toscana), Marcello Palimodde (Sardegna) e Antonella Rebecca Pinoli (Puglia).

Ridefiniti anche gli organismi di controllo, con il dott. Giuseppe Gencarelli confermato revisore dei conti e con le nomine del Collegio dei Probiviri, composto da Graziano Ferroni, Giorgio Solieri e Antonio Sterpi.

La successiva riunione del Consiglio Direttivo della mattina di domenica 22 settembre, ha provveduto ad assegnare le cariche riguardanti il Centro Studi Nazionale, con le conferme di Flavio Cipriani come direttore e Giovanni Plutino nella sua funzione di segretario.

L’occasione di rinnovo degli organismi interni alla UILT ha confermato da parte dei suoi componenti la volontà di impegnarsi nella vita dell’Unione, ciascuno nel proprio ruolo: caratteristiche molto importanti anche in vista delle nuove normative che andranno a disciplinare il cosiddetto “Terzo settore”.

“Abbiamo il compito di fare la nostra parte per creare, costruire e diffondere cultura – ha detto il nuovo presidente – Il teatro italiano ha una grande tradizione di memoria storica e di capacità innovativa, ed è per questo che nell’arco dei secoli ha saputo imprimere svolte decisive alla storia del grande teatro mondiale. Il teatro amatoriale, più in particolare, ha una ramificazione territoriale capillare, e la forza di realizzare opere straordinarie pur con i mezzi limitati di cui dispone; ma proprio per questo ha enormi potenzialità, di cui forse deve essere più consapevole e che in ogni caso ha il dovere di metter ancor più a disposizione della collettività, per la crescita culturale del nostro Paese”.

UILT – Unione Italiana Libero Teatro